Inaugurazione Anno Formativo 2012-2013

Scuola Mosaicisti del Friuli – Apertura anno formativo 2012-2013   su www.ilmondoinprimopiano.it

La ScuolaMosaicistidel Friuli inaugura oggi – 24 settembre – un nuovo anno formativo con l’illustre presenza dell’assessore regionale Roberto Molinaro, introdotto dal Presidente della Scuola, Alido Gerussi, che ha fatto gli onori di casa, e dal Direttore Gian Piero Brovedani.

Nel salutare allievi nuovi e conosciuti, il Presidente ha identificato nella solida qualificazione professionale la peculiarità della Scuola Mosaicisti del Friuli, “una qualificazione professionale che nasce dal sapere delle mani, dalla conoscenza, dal dialogo con la realtà contemporanea”. “La preparazione garantita dall’Istituto spilimberghese – sottolinea Gerussi – ha visto nascere soprattutto negli ultimi anni non solo artigiani, ma anche artisti mosaicisti, ambasciatori della Scuola nel Mondo”.

Le potenzialità formative sono state inoltre esemplificate attraverso le opere musive, gli eventi, le mostre, gli scambi, le commesse dell’anno in corso. Rappresentano tutta una serie di attività che si concluderanno nell’ultimo trimestre del 2012 con quattro mostre in Italia (Assisi, Bolzano, Verona, Milano) e una esposizione internazionale nientemeno che a Pechino, dove la Scuola Mosaicisti con le sue opere musive sarà l’esempio del made in Friuli e rappresenterà la Regione Friuli Venezia Giulia insieme al Centro di Catalogazione e Restauro di Villa Manin di Passariano.

L’assessore regionale Roberto Molinaro ha portato il saluto della regione Friuli Venezia Giulia, “principale partner della poliedrica realtà della Scuola Mosaicisti del Friuli”. Ha espresso sostegno e apprezzamento per una Scuola così attiva, particolare, radicata nello spirito della nostra terra: “il mosaico dell’Istituto spilimberghese rappresenta una cultura materiale che qualifica il territorio, proiettando la memoria, i saperi del passato nelle nuove creazioni, già agganciate al futuro, contestualizzandole nel modo di progettare e di vivere attuali ”. “La Scuola– continua Molinaro – non rappresenta soltanto un importante momento di formazione, ma anche un riferimento nel mondo del lavoro favorendo la crescita del territorio”.

Per l’anno formativo 2012-2013 sono previste cinque classi, due prime, una seconda, due terze, oltre al corso di perfezionamento, per un totale di una settantina di allievi. Gli insegnanti presentati dal Direttore Brovedani si confermano nei loro ruoli, ad eccezione di Igor Marziali, trasferitosi in Canada per rivestire l’ incarico di Art Director in una ditta che intende lanciare il mosaico. Gli altri docenti di mosaico sono il coordinatore didattico Evelina Della Vedova maestra per il secondo corso, Elena Pauletto e Paolo Soravitto per il primo corso, Cristina De Leoni e Serena Leonarduzzi per il terzo corso, Luca De Amicis per terrazzo in tutti i corsi. A loro si aggiungono Stefano Jus per disegno e teoria del colore, Massimo Bettin e Massimiliano Pavon per disegno geometrico, Adriana Landi Nowill per computer grafica, Danila Venuto per storia del mosaico, mentre la materia tecnologia è assegnata a Elena Pauletto.

Nelle due prime si registra, tra gli iscritti, una buona percentuale – dopo tanto tempo – di residenti in Friuli Venezia Giulia, mentre nel complesso degli allievi della Scuola si mantiene una rappresentanza di circa venti nazionalità tra i frequentanti.

Internazionalità si esprime quest’anno anche con l’avvio – in contemporanea – dello stage organizzato dalla Scuola Mosaicisti in collaborazione con Ente Friuli nel Mondo, presieduto da Pietro Pittaro, presente all’evento inaugurale della Scuola Mosaicisti del Friuli per testimoniare lo spirito di accoglienza dell’iniziativa riservata ai nostri corregionali all’estero, ma anche per sostenere con borse di studio eventuali studenti meritevoli della Scuola Mosaicisti del Friuli, nipoti di emigranti friulani, una soluzione che potrebbe già essere attiva da quest’anno.