Orientamento al Liceo Don Bosco

Intervento di Orientamento oggi presso il Liceo Don Bosco di Pordenone: dopo due lezioni introduttive sulla storia del mosaico, il direttore della Scuola Mosaicisti del Friuli, dott. Gian Piero Brovedani, intratterrà oggi gli studenti del primo anno sul valore e sulle potenzialità dell’arte musiva e sulla storia della Scuola Mosaicisti del Friuli di Spilimbergo, “Unicum” a livello mondiale e vera eccellenza del territorio.

La Scuola Mosaicisti del Friuli è infatti un Istituto forte di una tradizione consolidata. Una tradizione che la Scuola ha saputo raccogliere e innovare nel tempo.

Le maestranze friulane storiche hanno contribuito alla diffusione del mosaico su vasta scala a livello internazionale: hanno iniziato dalla messa in opera dei seminati pavimentali nelle nobili dimore affacciate su Canal Grande a Venezia, per poi spaziare – soprattutto tra ‘800 e ‘900 – con le realizzazioni musive del Cremlino a Mosca, dell’Opera a Parigi, della Biblioteca dei Congressi a Washington, delle Cattedrali di Marsiglia e Buenos Aires, della Gipsoteca a Copenaghen e del War Memorial a Canberra, solo per citare alcuni esempi.

Tutte opere di grande impatto che hanno reso famosi a livello internazionale gli artisti friulani in campo musivo.

Tutte opere che hanno continuato a tracciare il percorso vitale di una nobile arte, le cui origini sono antichissime.

La Scuola Mosaicisti del Friuli oggi valorizza quest’arte attraverso il mantenimento di antichi saperi e la capacità di innovare, ricercare, sperimentare, dialogare con il mondo. Basti pensare ai recenti interventi a Ground Zero a New York (“Saetta Iridescente”), a L’Aquila con il ciclo musivo di San Lorenzo, a Graz con le superfici pavimentali e parietali della Volksbank. L’arte del mosaico rivela qui il suo linguaggio attuale, contemporaneo capace d’integrarsi negli spazi della nostra vita quotidiana. Un linguaggio al passo con i tempi  proprio perché attraverso la Scuola viene studiato e sperimentato, viene fatto proprio dalle nuove generazioni, stimola uno scambio di pensieri e d’idee che contribuiscono a costruire, a immaginare, a sognare il futuro.

In foto mosaico parietale raffigurante “Sacro Cuore di Gesù” nella Chiesa di San Giovanni Bosco presso il Collegio omonimo a Pordenone. Realizzazione della Scuola Mosaicisti del Friuli su ideazione di Ernesto Mitri (tra anni ’60 e ’70)