Concluso il Convegno AIMC a Spilimbergo. Il prossimo sarà a Lione nel 2018

  • Si è concluso con soddisfazione il XV Congresso AIMC (Associazione Internazionale Mosaicisti Contemporanei), accolto dalla Scuola Mosaicisti del Friuli a Spilimbergo dal 18 al 22 maggio 2016. Oltre ad assistere alle sessioni congressuali dedicate al mosaico contemporaneo (osservato da vari punti di vista e iniziative) accompagnate da una mostra di opere musive a Palazzo Tadea a Spilimbergo, i soci AIMC hanno avuto modo di visitare la Scuola Mosaicisti del Friuli con la sua esclusiva galleria di opere e di vivere l’edizione 2016 di “Art&Mosaico”, evento spilimberghese biennale dedicato all’arte musiva in tutte le sue forme.
  • Diversi i partecipanti che hanno preso parte agli stage di aggiornamento sul mosaico contemporaneo organizzati dalla Scuola Mosaicisti del Friuli. Numerosi i soci AIMC che hanno partecipato ai tour pensati per far conoscere le straordinarie risorse del territorio che li ha ospitati, offrendo un momento di turismo culturale molto importante. Nutrita la partecipazione al tour dedicato alla visita di Aquileia e Grado, alla scoperta delle radici del mosaico in Regione. Sono state apprezzate anche le visite a Udine, Trieste, Venezia, Somplago, Sequals, Pordenone, alla città di Cortina d’Ampezzo tra le maestose Dolomiti.
  • Il congresso, la mostra, gli eventi, le visite guidate sono stati momenti di confronto e approfondimento interessanti per tutti, carichi di stimoli, sollecitazioni, riflessioni che troveranno nuovi fermenti nel prossimo convegno AIMC, fissato tra due anni a Lione.

Ricordiamo che l’AIMC (Associazione Internazionale Mosaicisti Contemporanei) nasce  a Ravenna dopo due giornate di Studio sul Mosaico Contemporaneo da un’idea della mosaicista inglese Jeane Muir e per volontà della Professoressa  Isotta Roncuzzi Fiorentini  e di Peter Fischer (1922-2000), giornalista e critico d’arte tedesco.  Lo spirito dell’associazione è quello di promuovere il mosaico contemporaneo. Si sente la necessità di un salto di qualità che porti la tecnica musiva fra le altre forme di arte contemporanea. Dalla sua nascita l’AIMC è stata sempre attiva con congressi, mostre e pubblicazioni con lo scopo di promuovere il mosaico in tutto il mondo.Un evento di particolare importanza c’è stato nel 1987 quando l’AIMC realizza a Ravenna una grande opera pubblica denominata MOSAICO DI AMICIZIA FRA I POPOLI – PARCO DELLA PACE. Si tratta di un’esposizione permanente all’aperto di opere musive di artisti contemporanei di molti paesi. Un Museo all’aperto unico nel suo genere.Dal 2009 collabora con il Comune di Ravenna per la realizzazione del Festival Internazionale del Mosaico Contemporaneo RavennaMosaico. Nel 2015 ha indetto il Concorso Internazionale Premio Aimc Studenti (PAS) in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Ravenna