Premio MYT 2018

  • Durante l’inaugurazione della mostra MOSAIC YOUNG TALENT – venerdì 27 aprile 2018 – presso il Civico Museo di Pordenone,  sono state anche decretate le vincitrici del Premio omonimo, promosso dall’Associazione Culturale Naonis di Pordenone in collaborazione con la Scuola Mosaicisti del Friuli  e con il Comune di Pordenone.
  • Due le studentesse premiate della Scuola Mosaicisti del Friuli: Ilaria Nonino per l’ intensa interpretazione musiva del ritratto di Marilyn Monroe ed Elena Lucia Maggioletti per il toccante omaggio musivo al chitarrista Carlos Santana.
  • 96_le2vincitrici
  • La mostra e la consegna del Premio sono stati introdotti e presentati dall’assessore alla cultura del Comune di Pordenone Pietro Tropeano, dal direttore artistico del concorso Guglielmo Zanette, dal critico d’arte Enzo Santese, dal Presidente della Scuola Mosaicisti del Friuli Stefano Lovison.
  • Le studentesse premiate sono state circondate dal calore e dall’entusiasmo di tutti i compagni di Scuola presenti all’inaugurazione insieme agli insegnanti e al direttore Gian Piero Brovedani.
  • 96_MYTinaugura (1)
  • 96_MYTinaugura (2)
  • 96_MYTinaugura(4)
  • L’esposizione – aperta fino al 27 maggio – è dedicata a 14 ritratti musivi di alcuni dei protagonisti del nostro tempo attraverso le opere realizzate dagli allievi della Scuola Mosaicisti del Friuli. E’ visitabile da mercoledì a domenica dalle ore 15 alle ore 19.
  • Le più significative opere realizzate nelle prime tre edizioni di MOSAIC YOUNG TALENT sono raccolte nel catalogo FIFTY FACES .
  • Ricordiamo che MOSAIC YOUNG TALENT è un Premio riservato agli allievi della Scuola Mosaicisti del Friuli promosso dall’Associazione Culturale Naonis di Pordenone e giunto quest’anno alla terza edizione, mantenendo viva la finalità di “promuovere il mosaico contemporaneo sia nelle sue espressioni legate alla tradizione storica, sia nelle forme più innovative e sperimentali. L’obiettivo del concorso è quello di selezionare tra le diverse realizzazioni/interpretazioni quelle che risultano essere le più efficaci ed emotive sotto l’aspetto figurativo/estetico e di promuovere le stesse in varie mostre, sia in Italia che all’estero, con l’intento di far crescere ed apprezzare il lavoro svolto dai giovani artisti mosaicisti”