QUALIFICATI MAESTRI MOSAICISTI

  • Il 5 -6 -7 giugno si sono svolti gli esami finali per gli allievi del terzo corso (a.f. 2017-2018) presso la Scuola Mosaicisti del Friuli. Dopo un percorso didattico triennale pieno di stimoli, dopo aver superato le prove dell’esame finale, presieduto da commissione esterna, si sono qualificati maestri mosaicisti: Martina Amato, Darina Baimuratova, Farina Noemi, Debora Franco, Eva Galineau, Asia Maurelli, Anel Mussina, Ilaria Nonino, Alice Zagato (per il Terzo A), Silvia Biancolino, Francesca Cafarelli, Rebecca Fautrero, Vanessa Giusti, Sara La Fiura, Elenalucia Maggioletti, Lorenzo Sabidussi, Alina Sakharova, Saverio Ventura (per il Terzo B). Attestato di Frequenza è stato inoltre rilasciato a Luca Bottos del corso Terzo A.
  • La proclamazione dell’importante traguardo raggiunto da questi ragazzi è avvenuta nel corso della cerimonia di consegna degli attestati di qualifica professionale presso la sala consiliare di Palazzo “di Sopra” in piazzetta Tiepolo a Spilimbergo, luogo prestigioso, cuore della città che in questi anni ha accompagnato il percorso dei nostri studenti. La cerimonia è stata particolarmente emozionante perché condivisa dai neo qualificati con tutte le persone che hanno reso possibile il coronamento di un sogno: oltre alle famiglie e agli amici (che hanno partecipato all’evento giungendo non solo da ogni parte del Friuli, ma da varie città italiane ed estere) erano presenti gli insegnanti, il Presidente Stefano Lovison, il Direttore Gian Piero Brovedani e il personale della Scuola Mosaicisti del Friuli al completo. Tutti calorosamente ospitati dall’Amministrazione Comunale di Spilimbergo, con l’assessore Anna Bidoli che ha fatto gli onori di casa.
  • Il Presidente Lovison ha introdotto la cerimonia complimentandosi con gli allievi per gli obiettivi raggiunti, le competenze acquisite, la positività e la determinazione, la fiducia riversata sulla Scuola e sulle opportunità che poteva offrire. Ha inoltre ringraziato il Direttore Gian Piero Brovedani e gli insegnanti, guide importanti nella crescita degli allievi come persone e come mosaicisti. Anche l’assessore Anna Bidoli ha rivolto un pensiero agli studenti invitandoli a non considerare la qualifica non come momento di arrivo, ma tappa di partenza per seminare la cultura e le competenze acquisite attraverso lo straordinario linguaggio del mosaico. “La Scuola – sottolinea la Bidoli – è un orgoglio per Spilimbergo, oltre a essere un patrimonio a livello europeo e internazionale, è un istituto dove si fondono alta formazione, specializzazione, cultura, lavoro”. Della Scuola Mosaicisti del Friuli e del mosaico saranno ora ambasciatori nel mondo anche i neo maestri mosaicisti, ai quali auguriamo un futuro luminoso.