Image Alt

Scuola Mosaicisti del Friuli

posa in opera

Lo stemma araldico della Polizia di Stato per la Questura di Milano

E’ stato collocato la scorsa settimana il mosaico pavimentale con lo stemma araldico della Polizia di Stato, realizzato per la Questura di Milano dagli allievi del corso di perfezionamento: Simona Di Maio, Alessia Filippi, Luis Sobejano Guerra, Gabriele La Sala, Andrea Giulia Paliaga e Chiara Platolino.

L’opera era rimasta interrotta a causa della chiusura della Scuola imposta dall’emergenza Covid-19. Con la riapertura a maggio dei laboratori, il mosaico è stato concluso ed è partito per Milano accompagnato dal maestro Luca De Amicis e da Luis Sobejano Guerra che hanno provveduto alla posa in opera nel cortile interno della Questura, a sostituzione di un precedente mosaico assai compromesso dal tempo.

Lo stemma araldico della Polizia di Stato si compone di elementi figurativi che richiamano la tradizione e i valori del Corpo. Su uno scudo sono rappresentati, in alto a sinistra, un libro con la scritta “lex”, che richiama il compito della Polizia di essere fedele e far rispettare le leggi dello Stato. Le fiaccole sottostanti fanno riferimento alle attività di soccorso e assistenza della popolazione in caso di calamità. Il leone rampante, posto a destra, che impugna un gladio romano, evidenzia la forza, il coraggio e l’onestà nella difesa della legge. Sotto lo scudo un cartiglio con il motto “Sub Lege Libertas” che dichiara come l’azione della Polizia si svolga nel rispetto delle leggi e della Repubblica Italiana. Sopra lo scudo una cinta turrita a forma di corona che evoca l’emblema della neonata Repubblica utilizzato nell’immediato dopoguerra.

 

Leggi la notizia sul sito della Polizia di Stato

foto ufficiale