Image Alt

Scuola Mosaicisti del Friuli

incontro

Gli accoglitori di città incontrano la Scuola

Gli “accoglitori di città” sono persone che conoscono a fondo e amano il loro territorio e si mettono a disposizione dei visitatori per raccontare loro ciò che c’è di bello e speciale a Spilimbergo, città del mosaico. Sono cittadini disponibili a presentare il luogo che sentono come loro, perché ci vivono e perché è parte della loro storia.
Proprio per questo la Scuola Mosaicisti del Friuli considera importante la loro attività e vuole confrontarsi con loro. Così è stato ieri sera dove il direttore, Gian Piero Brovedani, ha voluto ripercorrere la storia della Scuola attraverso alcune personalità fondamentali e ha esposto l’ipotesi di un percorso di visita attraverso i 45 interventi musivi, escluso cimitero ed edificio della Scuola, presenti in città. Si tratta di luoghi per lo più pubblici, come scuole, palestre, caserme, piscine e anche l’ufficio postale e la biblioteca, ma ci sono anche angoli votivi, monumenti celebrativi, inserimenti di arredo urbano in piazze e parchi. Un percorso che potrebbe concludersi o iniziare proprio nel cortile della Scuola in procinto di diventare una galleria a cielo aperto.

Gli accoglitori sono stati entusiasti della conversazione ripromettendosi, in un futuro prossimo, di fare una visita approfondita alla Scuola, entrando nei laboratori e osservando gli allievi a lavoro.

Il progetto degli “Accoglitori di città” promosso dall’Assessorato del Turismo del Comune di Spilimbergo, fa riferimento all’Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica, presso Palazzo “La Loggia” in piazza Duomo 1, tel. 0427 2274, mail: iat@comune.spilimbergo.pn.it.