toria del colore

Più di 6000 i visitatori di Mosaico&Mosaici 2022

visitatori nel laboratorio del secondo corso 2022

Nel prepararsi all’inizio del nuovo anno formativo, la Scuola Mosaicisti del Friuli guarda con soddisfazione ai risultati raggiunti dalla mostra Mosaico&Mosaici, l’evento estivo che si è appena concluso e che è l’occasione per conoscere e ammirare il meglio della recente attività della Scuola: dai progetti ideati alle opere realizzate.

«Siamo orgogliosi di poter dire, dati alla mano, che Mosaico&Mosaici 2022 ha registrato un ulteriore record di visite: oltre 6000 persone, in 30 giorni di apertura» ha dichiarato Stefano Lovison, presidente della Scuola Mosaicisti del Friuli. «È un momento a cui teniamo molto poiché racconta a un ampio pubblico quello che viene fatto durante il percorso formativo. La mostra dà merito all’impegno e alla passione di allievi e insegnanti, presentando il loro lavoro per condividerlo e dimostrare quanto l’arte del mosaico sia ricca, espressiva ed attuale».

Aperta tutti i giorni del mese di agosto, la mostra ha confermato come la Scuola Mosaicisti del Friuli rappresenti nel territorio regionale un luogo di grande interesse e curiosità, capace di attrarre e coinvolgere persone diverse, per età, formazione e provenienza. Lo si capisce sfogliando i registri dove i visitatori, travolti dai colori e dall’energia dell’arte, hanno lasciato commenti entusiasti. Sono persone singole, famiglie o gruppi, arrivano da località della regione, certo, ma anche da altre zone d’Italia e poi ci sono francesi, austriaci, tedeschi, inglesi, irlandesi, sloveni, croati, belgi, olandesi, norvegesi, spagnoli; qualcuno ha persino attraversato l’oceano, arrivando da Canada, Stati Uniti, Messico, Colombia, Argentina, Australia e non ha tralasciato di inserire la Scuola nel suo tour italiano. Si trovano poi i saluti lasciati da ex allievi, anche di quelli che si rivedono nelle foto in bianco e nero che raccontano la storia della Scuola, le annotazioni degli affezionati a cui non sfuggono tutte le novità del percorso espositivo, le firme in stampatello maiuscolo traccia del passaggio di giovanissimi visitatori che hanno esplorato la Scuola lasciandosi ispirare dai motivi sui pavimenti o dalle figure rappresentate nelle opere musive.

«La ripresa del turismo ha avuto sicuramente un impatto positivo, ma possiamo anche affermare che è stata la costanza e la responsabilità ad aver determinato il successo della nostra mostra estiva» ha precisato Gian Piero Brovedani, direttore della Scuola Mosaicisti del Friuli, evidenziando come la mostra sia la sintesi di un anno di attività e rifletta ciò che con dedizione e impegno si è fatto durante il periodo formativo. Una mostra, dunque, sempre diversa perché diverso è ciò che viene progettato ed elaborato a lezione, nei tre corsi in cui si articola il percorso professionalizzante di Maestro Mosaicista.
«Sapere che la Scuola è considerata una tappa imperdibile da inserire in viaggi, vacanze e gite fuori porta ci onora» continua il Direttore Brovedani «ma noi presentiamo quello che siamo e che facciamo ormai da cento anni visto che quest’anno la Scuola ha compiuto un secolo di vita. Mostriamo la nostra storia, i nostri cambiamenti, l’evoluzione di un’arte e i suoi aspetti tradizionali e innovativi. Il mosaico rappresenta un’eccellenza del nostro territorio e con l’esposizione Mosaico&Mosaici cerchiamo una volta ancora di confermarlo».

A documentare Mosaico&Mosaici 2022, come per le mostre precedenti, è stato pubblicato un catalogo ricco di illustrazioni e con l’immagine di copertina dedicata al centenario della Scuola Mosaicisti del Friuli che rimane aperta alle visite dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle 11.30 e dalle 13.00 alle 15.30.

 

visitatori nei laboratori del primo corso 2022

Visitatori nei laboratori del primo corso durante gli ultimi giorni della mostra Mosaico&Mosaici 2022.

 

7 settembre 2022