Image Alt

Scuola Mosaicisti del Friuli

CREAttivo mostra

Mostra CREAttivo #1

Inaugura sabato 10 ottobre 2020, alle ore 11.00 a Palazzo Tadea a Spilimbergo, la mostra CREAttivo. Eccellenze FVG fra arte e impresa frutto della collaborazione tra l’Associazione Culturale Maravee e la Scuola Mosaicisti del Friuli.

Nel mese di aprile 2020 era stato indetto per gli allievi della Scuola un concorso di idee finalizzato alla realizzazione di superfici a mosaico per l’interior design. Gli allievi si dovevano cimentare su complementi d’arredo che appartengono alla produzione delle aziende Gervasoni, Very Wood e Snaidero, partner di questo progetto. Il concorso rientra infatti in un progetto più vasto, ideato dall’Associazione Culturale Maravee e curato da Sabrina Zannier, per innestare nel settore manifatturiero idee, progetti e saperi artigianali e nel contempo portare nel sistema artistico e didattico metodologie e logistiche aziendali per incentivare produzioni creative sostenibili, espressioni del bello, ma anche della funzionalità della vita quotidiana.

La mostra che si aprirà sabato presenterà i progetti vincitori del concorso per le tre categorie: un piano lavoro da cucina, un pouf e una sedia. Nello specifico si tratta del pouf Brik M della designer Paola Navone prodotto dalla ditta Gervasoni, della sedia Dining 11 L di Michele De Lucchi prodotta da Very Wood e del piano/tavolo della cucina LOFT di Michele Marcon prodotta da Snaidero. I progetti vincitori sono stati rispettivamente quelli di: Luis Guerra Sobejano, Polina Kazanovskaia e Beatrice Tagliapietra. I tre giovani mosaicisti vincitori, allievi della Scuola, durante i mesi estivi, hanno concretizzato quelle idee che per il concorso erano solo su carta. Grazie anche alla disponibilità delle aziende partner, ne sono nati tre prototipi che saranno oggetto della mostra. Ad essi si aggiunge il lavoro eseguito durante l’anno formativo 2019/2020 dal III corso, nato dall’incontro con l’artista cubano Alexandre Arrechea e con la designer Shiro Muchiri: una libreria con un piano ribaltabile in mosaico che è elemento funzionale, decorativo e simbolico.

L’esposizione di questi elementi d’arredo dimostra come il mosaico, antica arte, così legata alla tradizione artigianale del territorio friulano, si possa inserire in contesti contemporanei grazie all’abilità dei maestri mosaicisti che sanno declinare tecniche e forme espressive in base a necessità e desideri. Il mosaico diventa nell’arredo un segno distintivo, un’evidenza che grazie a colore e luce arricchisce di bellezza l’oggetto stesso e lo spazio circostante. La sfida sta nel riuscire a coniugare la libertà dell’espressione artistica con i parametri del sistema produttivo in merito a costi, tempi e inserimento nel mercato. I tre progetti giudicati vincitori hanno saputo unire meglio di altri la ricerca estetica e con la sostenibilità nel realizzarlo.

L’inaugurazione della mostra sarà anche l’occasione per assegnare pubblicamente il premio del concorso ai tre allievi che declinato le nozioni tecniche apprese nei laboratori della Scuola con la propria creatività.

Guarda l’invito

Comunicato stampa-CREAttivo-Mostra2020